Matthias FletzbergerMatthias Fletzberger è considerato un "artista di prima classe" e uno specialista del romanticismo tedesco. La sua profonda conoscenza delle opere di Wagner e Strauss è particolarmente apprezzata.

Più recentemente ha diretto "Tristan und Isolde" di Wagner al Weinviertel Festival nell'agosto 2020 (con Martina Serafin, Hermine May Günther Groissböck / René Pape, Thomas Johannes Mayer, tra gli altri), prima ancora che fosse al Sofia National Opera in preparazione per una nuova produzione di Richard Strauss "Elektra".

Come direttore ha celebrato grandi successi in America (New York / Lincoln Center, Los Angeles / Walt-Disney Hall, Montreal, Toronto, Vancouver, ecc.) Estremo Oriente (Bunka Kaikan Tokyo, Seoul Arts Center, NCPA Beijing, Oriental Art Center Shanghai), ma anche in Europa (Prague State Opera, Sofia Philharmonic, Wiener Musikverein). Dal 2018-19 a Seoul è stato direttore artistico e amministrativo e direttore del primo “Ring des Nibelungen” in Corea (regista: Achim Freyer).

Il suo talento musicale ha attirato presto l'attenzione, all'età di 5 anni era uno degli studenti più giovani di tutti i tempi alla Vienna Music University. Vincitore di importanti premi in concorsi (tra cui Busoni / Bozen 1984, Rubinstein / Tel Aviv 1986, Maria Callas / Athens 1988, Bösendorfer / Vienna 1989), intensa attività concertistica come pianista con circa 1.000 esecuzioni in soli 5 anni in tutto il mondo su tutti i continenti.

Motivato da Rolf Liebermann ed Elisabeth Schwarzkopf e addestrato da Ferdinand Leitner e Carl Melles, si è dedicato alla direzione d'orchestra. Seguirono rapidamente i primi successi come direttore al Wiener Festwochen ("Die Zauberflöte" nel 1991 e "Die Schöne Helena" nel 1993 furono trasmessi in tutta Europa da Eurovision). Seguirono altri impegni all'Opera di Stato di Praga e al Teatro di San Gallo (Svizzera).

Dopo una pausa di 10 anni, Matthias Fletzberger è tornato alle opere e ai concerti in tutto il mondo nel 2010, inizialmente come pianista e presto di nuovo come direttore.

Nel 2011 l'album CD / DVD "Violin in Motion" è stato pubblicato dalla "Deutsche Grammophon" e altri due album consecutivi dalla Preiser Records, inclusa la prima registrazione della seconda sonata per violino di Joseph Marx. Molto apprezzati sono anche il suo lavoro con cantanti come Daniela Fally, Elina Garanca, Ramon Vargas, Andreas Schager, Benjamin Bruns, Thomas Hampson e Daniel Schmutzhardt, nonché le sue apparizioni come pianista e musicista da camera.

Orchestre, pubblico e critica sottolineano in particolare la sua capacità di elaborare le opere del romanticismo tedesco in modo autentico e multicolore e quindi di condurre le orchestre a performance sorprendenti nel più breve tempo possibile.